SOGNI IN VOLO

Eccoci a consuntivo della due-giorni di mototerapia e freestyle motocross che abbiamo portato a Ravenna, a favore della Solidarietà e delle Disabilità:

durante il pomeriggio del 17 maggio 2024  siamo stati all’Ospedale Santa Maria delle Croci della nostra Città; con noi c’era il Team di motociclisti Freestyle Motocross “Daboot” composto dai campioni plurititolati Vanni Oddera, Massimo Bianconcini e Francesco Buetto.

Insieme a loro e alle loro moto a propulsione elettrica, siamo entrati nei reparti dell’Ospedale di Ravenna, accolti ed accompagnanti dal dr. Paolo Missiroli, Dirigente della Direzione Medica di Presidio. 

Già all’ingresso tutte le persone, i medici e gli infermieri che incontravamo sono stati attirati dalla presenza delle moto – un fatto decisamente insolito – e con stupore chiedevano dove andassero queste moto in un ospedale!!! La nostra delegazione composta da Claudia, Chiara e Gabriele rispondeva: “sono per i bambini della pediatria” ricevendo un grande sorriso di approvazione ed ammirazione.

Pervenuti nel reparto di pediatria, abbiamo incontrato Stefania, Presidente dell’Associazione A.G.E.B.O. e il Primario del reparto, dr. Federico Marchetti che ha accolto tutti. I bambini e i ragazzi ricoverati erano sulla soglia delle loro camerette ad aspettare con impazienza l’arrivo delle moto sulle quali sapevano che avrebbero potuto farsi un giro.

L’atmosfera era quella di una festa importante: il Team ha iniziato a distribuire doni a tutti i piccoli pazienti ricoverati, il tempo di infilare la tuta ed ecco che è cominciato un pomeriggio dalle emozioni forti!!! Uno ad uno tutti i bambini e ragazzi del reparto sono saliti sulla moto e hanno così potuto sperimentare il vento in faccia anche dove il vento non c’è!!! Una cosa possibile solo in un sogno. Un sogno realizzato grazie alla nostra associazione che ha tale missione nel proprio statuto ma anche grazie alla caparbietà del team che ha inventato questa meravigliosa pratica e che non si è fermato davanti a nessun ostacolo.

Le emozioni sono proseguite anche quando, eccezionalmente il personale sanitario in servizio ha potuto provare la stessa emozione dei bambini e ragazzi, cavalcando la moto, con lo stesso Dr. Marchetti che ha ceduto alle tante richieste di vederlo su quel veicolo di libertà che è la moto e che a Ravenna non era mai entrato in un reparto ospedaliero.

Alcuni bambini hanno chiesto di fare nuovamente il giro con i campioni motociclisti che hanno loro regalato un’emozione speciale e sono stati accontentati.

Dobbiamo confessare che la nostra emozione era alle stelle; a stento trattenevamo le lacrime di gioia vedendo i sorrisi di quei bambini che, in braccio a persone sicure di sé hanno fatto provare loro una cosa a dir poco inconsueta. Abbiamo potuto parlare con alcuni genitori i quali ci hanno raccontato come i loro figli, che non erano mai usciti dalla camera per tutto il tempo del ricovero, avessero voluto vivere questa fantastica emozione.  Tante le foto a ricordo di questo evento, con il team, con le moto e con il personale. Insomma un ricordo che difficilmente sarà cancellato!

Realizzo il tuo sogno ODV ringrazia di cuore la Direzione Generale AUSL Romagna per avere patrocinato l’evento, La Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero per averlo potuto concretizzare, Il Team Daboot per avere regalato ai nostri bambini e ragazzi questo sogno che ha letteralmente procurato i brividi da emozione a tutti i presenti. Realizzo il tuo sogno ODV  e AGEBO insieme ritengono che la mototerapia così come è stata eseguita in quel fantastico venerdì pomeriggio sia una pratica che, non solo realizza i sogni dei piccoli, ma arricchisce le persone: dagli alti dirigenti, ai medici, dal personale infermieristico e assistenziale fino ai Volontari che hanno permesso la pratica, con l’impegno di ripeterla non appena possibile. Perché i sogni non debbano essere mai fermati.

Il giorno 18, nella cornice della Darsena di Città, lo stesso team ha eseguito tre show di salti freestyle (cioè dei veri e propri voli) alle 11, alle 15 ed alle 18 dopo i quali ha praticato la mototerapia, facendo salire, all’interno dello spazio dedicato ai salti, i bambini, i ragazzi, gli adulti ed anche gli anziani che si sono potuti godere questo sogno materializzarsi sfrecciando su una moto pur essendo afflitti da disabilità che, normalmente, non consentirebbe loro di poterci salire.

Le persone, dopo essere state col naso all’insù per ammirare le prodezze da brividi dei piloti, si sono visibilmente commosse vedendo i sorrisi delle persone che sono salite sulle moto condotte da Vanni, Massimo e Francesco, di questo abbiamo tante testimonianze e ne andiamo orgogliosi.

Alla manifestazione, a cui è stato concesso il patrocinio dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna e del Comune di Ravenna, hanno aderito la Prefettura, la Polizia di Stato, la Capitaneria di Porto e la Polizia Locale.

Nella Darsena, si sono potuti accarezzare i cavalli e le unità cinofile della Polizia di Stato, particolarmente gradite dal pubblico che ha fatto la fila pur di farsi la foto vicino a questi bellissimi e utilissimi animali in uniforme.

Tra lo show delle 15 e quello delle 18, Il Prefetto dott. Castrese De Rosa, il Vicesindaco Eugenio Fusignani, il Dirigente della Polizia Stradale, l’Ufficiale della Guardia Costiera Tenente di Vascello Manuela Spano, il Commissario Maggiore della Polizia Locale Corrado Ugoccioni e la nostra Presidente Claudia Burnacci, hanno potuto esprimere le proprie emozioni, senza dimenticare il proprio ruolo istituzionale perché le persone, pur rivestendo funzioni pubbliche di particolare importanza, quando si tratta di beneficenza nel campo della disabilità, mostrano sempre quella disponibilità e vicinanza che consente poi di realizzare le cose in grande. Durante la mattinata è stato con noi anche il Questore di Ravenna, dott. Lucio Pennella, l’Assessore alle politiche sociali e alle disabilità del Comune di Ravenna Gianandrea Baroncini e un caro amico: Il Presidente di Terminal Container del Porto di Ravenna, Giannantonio Mingozzi.

Il Ministro per le disabilità ON. Alessandra Locatelli, nell’occasione, ha fatto pervenire una toccante lettera nella quale, oltre a portare il proprio saluto alle autorità intervenute, ha anche espresso il proprio apprezzamento per il tema toccato e per le energie profuse da questa piccola ma non per questo meno importante Associazione che ha permesso di realizzare questo grande sogno dei bambini, ragazzi, adulti e anziani con varie disabilità. La lettera può essere letta nel gruppo delle foto che vi lasciamo qui sotto, che ci emozionano ancora a guardarle.

Alla fine della giornata lunga e laboriosa eravamo tutti molto stanchi ma la fatica è stata abbondantemente ripagata dalla soddisfazione di vedere i sorrisi di gioia di tutte le persone che sono salite sulle moto dei nostri eroi del cuore Vanni, Max e Francesco, senza dimenticare il loro fantastico Staff Bughi, Luca, Shasa, Paola e lo speaker Gros che ci ha tenuto compagnia per l’intero spettacolo emozionandoci e coinvolgendoci.

La nostra Associazione è molto grata al Signor Questore di Ravenna, dott. Lucio Pennella per avere fatto intervenire il personale ippomontato e il personale cinofilo della Polizia di Stato: una bellissima iniziativa che ha confermato il rapporto speciale che lega questi nobili animali in divisa alle persone più fragili. Molta gente ha aspettato in fila pazientemente per farsi una foto insieme ai cavalli e ai cani, questi eroi a quattro zampe, la cui presenza ha impreziosito la giornata; grazie anche per il personale dedicato all’intervento di emergenza U.O.P.I.  e per le volanti che sono passate in darsena;

Un grazie di cuore alla Guardia Costiera, con tanto personale disponibile e competente, che ha saputo coinvolgere le tante persone i tanti bambini con molti gadgets e regali; abbiamo apprezzato il gommone della Guardia Costiera Ausiliaria che stazionava nella darsena di città e che ha fatto spesso da sfondo alle moto che volavano ben oltre l’orizzonte, grazie pertanto al Direttore Marittimo Regionale Capitano di Vascello Michele Maltese

Grazie speciale al Commissario Maggiore Corrado Ugoccioni, a capo del Presidio della Polizia Municipale della Darsena, per l’immenso aiuto nella predisposizione del piano di sicurezza, nel reperimento di gran parte delle protezioni; al suo Dirigente, dott. Andrea Giacomini, Comandante del Corpo e a tutto il personale degli uffici comunali che pazientemente ha rilasciato tutti i permessi necessari a svolgere l’evento nella massima regolarità e sicurezza.

Grazie al nostro Sindaco Michele De Pascale per avere rilasciato il patrocinio alla manifestazione, rappresentato dal Vicesindaco Eugenio Fusignani

Grazie a Massimo Rasseni, Presidente dei Volontari dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato per averci coadiuvati nell’allestimento della pista di salto, nella disciplina del pubblico e un grazie ai nostri medici dell’ambulanza che è stata a disposizione (e non è servita), capitanati dal dr. Paolo Bagioni

Grazie ai nostri partners, senza i quali non avremmo mai potuto realizzare questo gigantesco evento in termini economici: grazie dunque a Fraisa Italia; a Piada Truck; a RSE Live streaming; a Stampa Grafica Ravenna; alla banca BCC Credito Cooperativo di Ravenna; alla Erboristeria San Giorgio di Ravenna, a Moreno Group Faenza e Hotel Otello di Punta Marina.

Grazie ai tanti amici delle Associazioni che trattano del tema della disabilità, che ci sono venuti a trovare e a godersi lo spettacolo, grazie a tutto il pubblico  intervenuto che ha decretato il successo della manifestazione.

E, dulcis in fundo, un grazie a tutti i nostri soci che si sono prodigati nell’implementazione, nella definizione, nell’azione amministrativa, nel lavoro fisico, nei contatti necessari e nella gestione del nostro gazebo dove abbiamo incontrato tanti amici, vecchi e nuovi.

Non smetteremo mai di sognare perché anche noi siamo sognatori; non smetteremo di realizzare i sogni a chi ce lo richiede, perché: CHI NON SOGNA NON REALIZZA !

Continua a controllare questo articolo perché inseriremo tante foto e video, man mano che ci arriveranno.

Grazie a tutti.